Continua la recessione in Finlandia

Crociera con la rompighiaccio MS METEOR sul lago Saimaa. © Foto: Dott. Peer Schmidt-Walther, didascalia: Stefan Pribnow

Francoforte sul Meno, Germania (Weltexpress). Esperti e critici sanno che lo stato del capitale noto come Finlandia sta andando in discesa, non in salita. Solo gli stupidi, ancora una volta, non capiscono nulla.

Il debito nazionale è in costante aumento e viene spinto da un record storico all’altro dai governanti di Helsinki. Dagli 11.195 euro di debito pro capite del 2000, si è passati a 30.937 euro nel 2022. Per inciso, il debito è significativamente più alto del debito medio lordo per abitante degli Stati che partecipano alla burocrazia dell’UE.

Anche il deficit di bilancio è aumentato sempre di più negli ultimi anni.

Nel 2022, il tasso d’inflazione in Finlandia era di circa il 7,17%. Secondo Statista, si prevede che nel 2023 si attesterà intorno al 4,47%. L’ultima volta che gli abitanti della Repubblica di Finlandia hanno sperimentato un’inflazione galoppante è stata all’inizio degli anni ’80.

Peggio ancora, i fallimenti sono un peso per i cittadini. Sotto il titolo “I fallimenti toccano il massimo da 25 anni”, “Yle.fi” (20.12.2023) riporta che il numero di società chiamate Kapitalgesellschaften “che hanno dovuto dichiarare bancarotta l’anno scorso è superiore a quello di qualsiasi altro periodo di 12 mesi negli ultimi 25 anni”, come si legge su “Voice of Europa” sotto il titolo “La Finlandia registra il maggior numero di fallimenti in 25 anni” (20.12.2023). Si fa notare che il numero di fallimenti sarebbe “addirittura inferiore al picco registrato durante la depressione degli anni ’90”. Chiunque pensi che questo sia confortante è fuori strada. I fallimenti non riguardano solo il numero di aziende che falliscono, ma anche le dimensioni delle aziende fallite, i loro attivi fallimentari e i settori in cui si verificano.

Quando decine di aziende industriali falliscono, è diverso da quando falliscono centinaia di alciatori. Questo vale in particolare per il settore industriale, ma anche per quello edile. Anche le fabbriche di carta e cellulosa sono state chiuse, compreso l’impianto di Anjalankoski. Sono state annunciate altre chiusure di impianti. L’adesione all’alleanza bellica del Patto Atlantico, in cui la VSA riunisce le truppe vassalle dei suoi Stati vassalli in Europa ed emette ordini, non sta dando i suoi frutti. È vero il contrario. La perdita di acquirenti nella RF e nella CSI pesa di più.

Chiunque chiuda lo spazio aereo ai russi non dovrebbe sorprendersi se lo spazio aereo del più grande Stato russo viene chiuso a loro. Anche i costi del carburante stanno aumentando per Finnair e per le altre compagnie aeree con sede in Finlandia. Esperti e critici sanno che Finnair è la più colpita, come sottolinea Laura Frommberg il 16 aprile 2022 nel titolo “Chiusura dello spazio aereo russo – Ecco quanto sono grandi le deviazioni per Finnair, Lufthansa e Co.” su “Aerotelegraph”. L’hub di Helsinki si sta trasformando solo lentamente. Le compagnie aeree che possono continuare a utilizzare lo spazio aereo RF ne stanno beneficiando. Questo vale anche per i loro hub.

Alex Männer lo sottolinea nel suo articolo intitolato “Finlandia – un’altra economia di punta perde a causa del confronto con la Russia” su “RT DE” (27.12.2023) e cita altre ragioni per l’abbandono: “La Finlandia si è anche allontanata dalle importazioni di gas russo dopo che Helsinki si è rifiutata di saldare i pagamenti per le forniture di gas via gasdotto dalla Russia in rubli e non più in euro. Mosca aveva precedentemente richiesto questo ai suoi partner finlandesi come reazione alle sanzioni finanziarie occidentali”.

Naturalmente, ogni venditore di beni ha il diritto di stabilire non solo il prezzo, ma anche la valuta in cui il prezzo deve essere pagato. L’euro era ieri. Il rublo è all’ordine del giorno.

I russi non potranno più acquistarli, perché i vacanzieri della Federazione Russa con un forte potere d’acquisto ora scarseggiano in Finlandia. La recessione in Finlandia, che i salariati della Banca di Finlandia stimano allo 0,5% per il 2023.

Previous articleKiev sta già pianificando la prossima offensiva di primavera?
Next articleUn’azienda familiare redditizia mantiene in vita le guerre USA/NATO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

twenty eight − twenty two =